In vigore il nuovo accordo per i contratti concordati

Pubblicata il: 16 Nov 2018

In vigore il nuovo accordo per i contratti concordati
Lo scorso 28 dicembre abbiamo provveduto a depositare , presso il Comune di Genova, il testo del
nuovo accordo territoriale con gli allegati necessari.
L’accordo, sottoscritto da tutte le associazioni rappresentative della proprietà edilizia e degli
inquilini, raccoglie le novità emerse dall’ultimo decreto emanato dal Ministero e opera alcuni
aggiornamenti per migliorare la corretta applicazione della legge sulle locazioni.
In particolare il nuovo accordo interviene su :
• regolamentazione dell’ affitto di porzioni di immobile sia nei contratti transitori che
per studenti e per locazioni di normale durata (3+2) conservando , anche in questi casi,
le agevolazioni fiscali previste per i contratti ordinari.
• nuova definizione dei casi in cui è consentita la stipula di contratti transitori
con particolare attenzione ai casi difficilmente definibili in maniera codificata.
• revisione , di entità limitata, dei valori dei canoni in alcune zone della città.
• nuova formulazione della “scheda tecnica” per il calcolo dei canoni.
Dal punto di vista normativo la novità più importante è costituita dalla regola che impone, anche ai
fini dell’ottenimento dei benefici fiscali, che i contratti di locazione non assistiti ,da almeno una
delle Associazioni firmatarie dell’accordo, siano dotati di una asseverazione , sempre a cura di
almeno una Associazione, nella quale venga confermato che il contratto stesso, nei suoi contenuti
economici e normativi , rispetti il dettato delle Leggi in materia di locazioni e degli accordi
territoriali vigenti.
Lo scopo di questo precetto è quello di evitare che contratti fintamente rispettosi della normativa,
possano ottenere significativi benefici fiscali che devono invece essere riservati a coloro che si
impegnano a rispettare lla leggi e gli accordi in essere.
Si tratta di una innovazione di grande rilievo che accoglie una parte rilevante delle nostre richieste
e riconosce alle Associazioni che come la nostra, si sono sempre battute per una gestione corretta
del mercato delle locazioni, un ruolo di primo piano nella gestione della materia e nella lotta alla
elusione fiscale
ASPPI è dunque impegnata affinché queste innovazioni vengano applicate correttamente e
perché le agevolazioni previste , sia ai fini IRPEF che per i tributi locali, vengano confermate e
possibilmente ampliate a vantaggio di chi opera correttamente ; a questo fine nei prossimi giorni
contiamo di avere specifici incontri sia con l’Amministrazione del Comune di Genova che con
l’Agenzia delle Entrate .
ASPPI GENOVA
Condividi sui social