L’assurda proroga del blocco degli sfratti

Pubblicata il: 04 Gennaio 2021

Il governo, nell’assurda proroga del blocco degli sfratti (diciamo assurda a ragion veduta, posto che esclude chi paga regolarmente e premia chi non paga), pare che voglia dire: “teneteli a casa vostra questi morosi, che noi non possiamo occuparcene“.
Le storie e i racconti dei piccoli proprietari, che hanno un immobile che costituisce fonte essenziale di sostentamento, sono moltissime: presso il nostro sindacato ogni giorno ne ascoltiamo.
Oltre all’aspetto economico, ciò che crea disagio nella piccola proprietà è sapere che qualcuno occupa CASA TUA indebitamente (perché contro una pronunzia della Autorità Giudiziaria) e che lo STATO non intende offrire alcuna tutela.
E non è assolutamente vero che i conduttori sono la parte debole. Molti si spostano da un immobile all’altro lasciando debiti enormi,  non versando nulla, neanche per spese e consumi condominiali tra cui acqua e riscaldamento.
I proprietari si fanno carico dei costi, non percepiscono un reddito su cui avevano contato, si devono pagare un avvocato per lo sfratto e tutte le spese condominiali oltre alle tasse.
É profondamente ingiusto che dopo un anno non rientrino almeno in possesso della casa.
Ad oggi, chi aveva l’esecuzione dello sfratto a marzo 2020 si ritrova ad avere atteso un anno e nove mesi. Ora dovrebbe attenderne altri sei?
Chiediamo a tutti i parlamentari liguri di aprire un confronto con la nostra associazione anche in vista della conversione in legge del decreto mille proroghe che contiene questa norma ingiusta.
Condividi sui social